Centeus Facebook

IconSpeak, la t-shirt del globetrotter che ti permette di comunicare in tutto il mondo

Sei in viaggio in un paese lontano, in un villaggio sperduto. Parli l’Inglese ma nessuno lo conosce e hai bisogno di chiedere un'informazione. Avresti dovuto imparare il vocabolario base della lingua locale per la tua sopravvivenza, ma aimè non ne hai avuto né tempo né voglia e ora ti trovi in difficoltà. Non sai come fare per farti capire? Iconspeak è la soluzione giusta che fa per te. Si tratta di una t-shirt sulla quale sono stampati 40 simboli universali che rappresentano le principali esigenze di cui potrebbe avere bisogno un viaggiatore, comprensibili in tutto il mondo. Hai fame? ti basterà indicare sulla tua t-shirt l'icona con piatto e posate e il tuo interlocutore, anche se non parla la tua lingua, capirà che stai cercando un posto dove andare a mangiare. Puoi sfruttare la maglietta anche utilizzando combinazioni di simboli diversi. Ad es. se vuoi sapere a che ora passerà il prossimo autobus per andare all'aeroporto, puoi indicare prima l'icona con l'orologio, poi quella con il bus ed infine quella con l'aereo.

L'idea è venuta a tre amici svizzeri Florian, Georg e Steven, fondatori di icon speak world, nel 2013 durante un viaggio in Vietnam, grazie ad una disavventura capitata ad uno dei tre, George Horn, che si è ritrovato con la moto guasta ed è riuscito a far comprendere alla gente del posto, che aveva bisogno di un meccanico, solo disegnando dei simboli su un foglio di carta. Da qui la trovata semplice, ma geniale, di un set essenziale di icone da portare sempre con sé comodamente in viaggio, per abbattere le barriere linguistiche. L'idea però non è del tutto nuova. Esistono infatti alcuni dizionari illustrati per globetrotter, come il “Ohne Wörter Buch”, che contiene più di 600 immagini di situazioni che potrebbero capitare frequentemente in viaggio.

Le maglietta IconSpeak si trova in vari modelli e colori, da uomo e da donna al prezzo di 33$, accompagnata da una linea di gadget. La t-shirt può essere un aiuto per gli amanti dei viaggi avventurosi, ma comunque sia per quest'ultimi, che per i turisti che invece preferiscono le mete più classiche, rimane sempre una buona idea approfondire lo studio delle lingue straniere.

Condividi questo contenuto